web analytics

Quando la necessità sovrasta il minimo indispensabile non è più possibile dissipare i dubbi alimentati dalla disinformazione relativa agli argomenti che nulla hanno a che vedere con le ipotesi formulate, seppur con insignificante accondiscendenza, per favorire la malleabilità delle menti.
In tali circostanze infatti è la priorità a prevalere sull’esigua necessità espressa e non il contrario, come del resto sostenuto in disparte dalle masse ormai completamente assuefatte all’esercizio di quella che viene considerata esclusivamente un’oltraggiosa perseveranza di pratiche vetuste ed eticamente inaccettabili. Quindi, non usurpando alcun pregiudizio difficilmente controllabile, occorre alimentare nuovamente le perplessità ragionevoli che scagionano del tutto ed in parte qualsivoglia intenzione relativistica in merito a nessuno degli argomenti pre-impostati.
C’è poi chi sostiene con fierezza che le lumache evanescenti insonorizzino tempestivamente le scatole del sapere le cui sfumature ottenebrano le connessioni relegando i corpi diafani della clorofilla a mere interpretazioni erronee dei supporti senza che le sottostrutture armoniche ne abbiano percezione.
Ma le cose stanno veramente così? E’ quindi possibile proliferare senza controllo sublimando i propri anatemi? Forse, ma d’altro canto non servirebbe a proprio nulla anche perché esecrare le altrui scorribande, pur con caratteri di estemporaneità, non ha mai portato nessuno a genuflettersi con la reale convinzione che ciò che stiamo leggendo non abbia alcun senso compiuto.

(Letture totali 54 , Letture oggi 1 )
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Tagged with →  

Commenta questo post

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.