web analytics

Oggi, in occasione del mio compleanno, voglio tentare di fare un ragionamento serio. Per me è una cosa del tutto nuova perchè sono abituato a scrivere cose assurde e molto spesso senza senso.
Il giorno del compleanno è un giorno diverso dagli altri, chi più chi meno lo festeggia, ti fanno gli auguri e a volte un piccolo regalo. Ma è poi un giorno così particolare?
Oggi è cambiato
un numero da 41 a 42 ovvero il giorno in cui sono nato sì è allontanato da me di un anno. Utilizzando il gergo di google potremmo dire che la mia vita ha fatto +1 sulla mia età. Cambia qualcosa per me? No, nulla. Parafrasando il Marchese del Grillo “Io so io e voi non siete che anni e numeri”.
Sapere quanti anni uno ha sembra indispensabile quando si conosce qualcuno. “Ciao mi chiamo Bruno e ho 42 anni” come se fosse un’informazione basilare. Ma l’età è solamente un numero che serve a ricordarci da quanto tempo siamo su questa terra e stimare quanto potremmo rimanerci. Pensare a questo è utile? Pensare a questo ci può aiutare a vivere meglio? No, la vita va vissuta giorno per giorno e non anno per anno fregandosene del tempo trascorso e concentrandosi su noi stessi, sul presente, con uno sguardo al futuro ma senza andare troppo in là.
Mi resta una cosa da fare adesso. Indossare i panni del Marchese, voltarmi indietro e gridare con entusiasmo “Io so io e voi non siete un cazzo”!

(Letture totali 20 , Letture oggi 1 )
Condividi
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

Commenta questo post

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.