web analytics

Roditore appartenente alla famiglia dei pachidermi fortemente caratterizzato da una coppia di zanne presenti sia nell’esemplare maschio che femmina. Talvolta quando la femmina preferisce accoppiarsi con un altro esemplare maschio sulla testa del suo compagno si formano altre 2 zanne che ricordano le corna di un cervo.
L’habitat preferito dal Leprefante sono le vaste praterie continentali dei paesi dell’Europa meridionale . E’ particolarmente ghiotto di radici come carote o rape che asporta dal sottosuolo mediante l’utilizzo delle poderose zanne.
leprefanteNella stagione estiva varia la sua alimentazione approfittando della presenza sugli alberi di foglie e germogli che riesce a raggiungere grazie alla sua proboscide estensibile.
Durante i periodi di grande siccità in cui è difficile reperire alimenti freschi il leprefante si trasforma in un discreto cacciatore. Grazie alla sua velocità infatti è in grado di ghermire facilmente animali come cinghiali, bovini ed altra selvaggina di media e grossa taglia.
L’accoppiamento del leprefante avviene in una maniera piuttosto bizzarra. Il maschio infatti, dopo una lunga danza propiziatoria che può durare anche alcuni giorni, stordisce la femmina con un colpo di proboscide sulla testa e successivamente trasferisce il proprio dna alla compagna mediante lo sfregamento delle zanne.
Per quanto riguarda l’uomo il leprefante non costituisce un pericolo immediato essendo un animale piuttosto riservato e schivo. Se provocato però, come nel caso in cui durante una partita di briscola venga calato un lepresette, il leprefante reagisce immediatamente causando la perdita della mano del malcapitato.

(Letture totali 68 , Letture oggi 1 )
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta questo post

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.