web analytics

Sembra difficile edulcorare la praticità delle cose più insensate, eppure con uno sforzo immane tutto può sembrare etereo e impercettibile. I mattoni che orbitano attorno al nostro inconscio non sono altro che eccipienti metamorfici che ci impediscono di estinguere quella che può sembrare una inconcludente forza mareale. Può sembrare assurdo che la miniaturizzazione dei percorsi infiniti arroventi le lame dell’ignoto presente, ma al tempo stesso  è retorico visualizzare ciò che l’imposizione fa aleggiare attorno agli obiettivi che ci siamo imposti. Ecco perchè se ci soffermiamo senza arrestare il nostro moto subliminale possiamo evadere, incontrastati e indispettiti, dall’eccessiva semplificazione che non ci consente quasi mai di verificare con inesattezza le nostre più segrete ambizioni. D’altra parte, senza snaturare la nostra selettiva capacità di arpionare i pensieri,  questo è l’unico modo sconosciuto grazie al quale abbiamo la possibilità di non cristallizzarci su vedute insostenibii, per lo meno nel breve periodo, ma di riuscire a reindirizzarle verso la sorgente dalla quale non si stanno allontanando ma avvicinando. Per questo è inutile cercare di comprendere la vera natura di una teoria ma è invece essenziale carpire le teorizzazioni che comprovano l’utilità di comprenderle, unico modo questo di combattere la liofilizzazione dei pensieri che si rincorrono all’interno della nostra mente.

(Letture totali 59 , Letture oggi 1 )
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta questo post

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.