web analytics

Cogito ergo sum: penso dunque sono. Sì ma cosa sono, o meglio chi sono? Sono gli altri, così vengono chiamati quelli che sono. Sembra quasi un gioco di parole, un inganno fatto di lettere messe insieme con il solo intento di farci impazzire, ma non è così, perché gli altri esistono veramente altrimenti noi non potremmo pensare e quindi non saremmo, non esisteremmo.
cogito_ergo_sum_postcard-rce504e395490400ab1d72f900e1218e6_vgbaq_8byvr_324Tutto ciò che abbiamo creato durante la nostra storia millenaria è frutto di idee e di qualche circostanza fortunosa come quando, ripulendo il greto di un lungo fiume, cominciammo a deporre le pietre l’una sull’altra accorgendoci solo alla fine di aver realizzato una piramide. O come quando, ustionandoci le mani, scoprimmo l’acqua calda. Ma in realtà ciò che siamo oggi lo dobbiamo solo a quella parola, che ai più potrebbe sembrare solo un refuso su un atto notarile: cogito. Penso.
A questo punto però occorre fare una riflessione: se il presupposto necessario ad essere è pensare allora significa che se noi esistiamo pensiamo non un istante, non due, ma sempre, di continuo. Anche di notte? Ebbene sì, di notte pensiamo a dormire.
La domanda che tutti ci staremo ponendo adesso è: cos’è che si nasconde dietro a tutto questo, e perché nessuno di noi è consapevole del perché pensiamo e del perché siamo? Semplice, perché è indispensabile che le cose rimangano così affinché la storia dell’umanità vada avanti. Cosa accadrebbe se un ipotetica civiltà extraterrestre venisse a conoscenza del nostro punto debole? Sarebbe sufficiente farci smettere di pensare e noi non saremmo più, non esisteremmo più.
Quindi, anche se per adesso le astronavi aliene sono ancora lontane, da qualche parte nello spazio interstellare, continuiamo a fare quello che abbiamo sempre fatto, continuiamo a pensare, continuiamo ad essere. Cogito ergo sum.

(Letture totali 127 , Letture oggi 1 )
Condividi
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares
Tagged with →  

Commenta questo post

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.